Biologo Nutrizionista

Biologo Nutrizionista 

Il Biologo Nutrizionista è una figura professionale che si occupa di valutare i bisogni nutritivi ed energetici della persona e di prescrivere conseguentemente le opportune diete, andando a modificare le eventuali scorrette abitudini alimentari.

Il biologo nutrizionista infatti:

  • Possiede una solida conoscenza delle proprietà dei nutrienti e dei non nutrienti presenti negli alimenti e delle modificazioni che avvengono durante i processi tecnologici;

  • Conosce specificatamente i meccanismi biochimici e fisiologici della digestione e dell’assorbimento e i processi metabolici a carico dei nutrienti, e riconosce gli effetti dovuti alla malnutrizione per eccesso e per difetto;

  • Conosce le tecniche ed i metodi di misura della composizione corporea e del metabolismo energetico;

  • Conosce ed è in grado di applicare le principali tecniche di valutazione dello stato di nutrizione e sa interpretarne i risultati;

  • Conosce la biodisponibilità, le inclinazioni e gli effetti collaterali degli integratori;

  • E' in grado di definire la qualità nutrizionale e l’apporto energetico dei singoli alimenti e di valutare i fattori che regolano la biodisponibilità dei macro e dei micronutrienti; 

  • Conosce l’influenza degli alimenti sul benessere e sulla prevenzione delle malattie, nonché i livelli di sicurezza, le dosi giornaliere accettabili ed il rischio valutabile nell'assunzione di sostanze contenute o veicolate dalla dieta;

  • Conosce le tecniche di rilevamento dei consumi alimentari e le strategie di sorveglianza nutrizionale su popolazioni in particolari condizioni fisiologiche, quali gravidanza, allattamento, crescita, senescenza ed attività sportiva.

Il biologo nutrizionista è abilitato all'esercizio della professione ed è iscritto all'Ordine Nazionale dei Biologi Sez. A. L’iscrizione all'Ordine conferisce il titolo giuridico per svolgere la professione.

Quindi il biologo nutrizionista può:

  • Elaborare autonomamente profili nutrizionali al fine di proporre alla persona che ne fa richiesta un miglioramento del proprio “benessere”, quale orientamento nutrizionale finalizzato al miglioramento dello stato di salute. In tale ambito può suggerire o consigliare integratori alimentari, stabilendone o indicandone anche le modalità di assunzione;

  • Determinare delle diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi etc. in relazione alla loro composizione ed alle caratteristiche dei soggetti;

  • Determinare diete speciali per particolari accertate condizioni patologiche in ospedali, nosocomi, ecc…;

  • Consigliare integratori alimentari qualora la dieta non sia sufficiente a soddisfare i bisogni energetici nutritivi;

  • Svolgere la professione in totale autonomia;

  • Usare apparecchiature per la rilevazione di parametri utili alla valutazione dei bisogni nutritivi ed energetici (purché non invasivi).

Il biologo nutrizionista invece non può:

  • Fare diagnosi

  • Prescrivere farmaci e analisi cliniche

  • Utilizzare apparecchiature e attrezzature invasive

Dott.ssa

Maria Francesca Carnovale

Biologo Nutrizionista

Ordine dei Biologi AA_080024